Glossario
 
world artist
Pablo Picasso


Malaga (Spagna)

nascita: 1881 (Malaga)
morte: 1973 (Parigi)
  Opere
 
 


Ambroise Vollard
oil on  canvas,  92 x 65  cm, 1909-1910

 


Guernica
oil on  canvas,  349,3 x 776,6  cm, 1937

 


I giocolieri
oil on  canvas,  213 x 229,5  cm, 1905

 


Le bagnanti
oil on  canvas,  122 x 27  cm, 1918

 


Les demoidelles d'Avignon
oil on  canvas,  243.9 x 233.7  cm, 1907

 

Biography:

Pablo Picasso nasce a Malaga il 25 ottobre 1881 da don José Ruiz Blasco, insegnante di disegno, e Maria Picasso y Lopez. A dieci anni Pablo segue i genitori in Galizia, dove il padre presta servizio presso la Scuola d'arte e mestieri, e sin da bambino comincia a esercitarsi nel disegno. Nel 1895 don José ricopre l'incarico di professore a Barcellona, dove Pablo viene ammesso, in forte anticipo sull'età, alle classi superiori di disegno dal vero e di pittura della Scuola di belle arti. Il dipinto Scienza e carità appartiene al debutto accademico dell'artista ed è accolto positivamente all'Esposizione nazionale di belle arti di Madrid, dove poco dopo è ammesso alla Real Academia de San Fernando. Nel 1898 trascorre un lungo periodo a Horta de Ebro e, rientrato a Barcellona, è tra i frequentatori del cabaret Els Quatre Gats, fulcro dell'ambiente artistico-letterario d'avanguardia. Qui inaugura una personale di grafica e pittura, recensita positivamente sul giornale "Vanguardia". Nel 1900 compie il primo viaggio a Parigi, che sarà seguito da altri tre soggiorni, l'ultimo dei quali, nel 1904, sancisce il suo definitivo trasferimento. Nel 1901 ha inizio, con dipinti come i ritratti di Jaime Sabartés e di Mateu Fernandez de Soto, il "periodo blu". Nel 1902 partecipa a una collettiva presso la galleria parigina di Berthe Weill; decide di ritornare per alcuni mesi a Barcellona, a causa delle ristrettezze economiche che lo affliggono. Nel 1904 è di nuovo a Parigi, dove va ad abitare nel famoso Bateau Lavoir a Montmartre; in questo periodo conosce Fernande Olivier, con la quale ha una relazione che durerà alcuni anni. Nel 1905, con il dipinto L'attore, ha inizio il "periodo rosa". In questo stesso anno frequenta Guillaume Apollinaire e i fratelli Stein e fa la conoscenza di Matisse. Il 1907 è un anno cruciale: conosce Derain e Georges Braque, si accosta all'arte negra e all'opera di Cézanne, lavora al capolavoro Les demoiselles d'Avignon. L'anno successivo stringe amicizia con Braque, il quale aveva, nel frattempo, sperimentato la pittura "a cubi"; la frequentazione tra i due si fa intensa, sino a culminare in soggiorni comuni di lavoro nei Pirenei. Nel 1912 realizza il primo papier collé, Natura morta con sedia impagliata, in cui un inserto di carta da parati "rompe" l'unità della pittura. Si lega nel frattempo a Marcelle Humbert (Eva), che morirà pochi anni dopo. Nel periodo della prima guerra mondiale, Picasso viaggia con la compagnia teatrale di Diaghilev, collaborando per le scene degli spettacoli. All'interno del corpo di ballo incontra la ballerina russa Olga Koklova, che sposa nel 1918, e con la quale avrà il figlio Paulo. Nel 1920 i suoi dipinti aprono il cosiddetto "periodo classico", sino alla sperimentazione surrealista del 1925. Nel 1927 conosce la sua nuova compagna, Marie Thérèse Walter, che gli darà nel 1935 una figlia, Maya. Un'altra donna molto importante in questo periodo è Dora Maar, conosciuta nel 1936, modello preferito di splendidi ritratti quali Donna piangente (1937) e Ritratto di Dora in giardino (1938). Negli anni Trenta riceve l'incarico di direttore del museo del Prado, e nel 1937, avviene la distruzione della città di Guernica, tema del dipinto che costituisce una pietra miliare nell'opera di Picasso. Nell'ottobre del 1944 aderisce al Partito comunista francese. Dalla nuova compagna Françoise Gilot ha due figli, Claude e Paloma. Nel 1954 incontra Jacqueline Roque, che sposerà nel 1961. Muore l'8 aprile del 1973.

 

Ultimo aggiornamento: martedì 14 Gennaio 2003
Visitatori dal 14/1/2003 : 133640



Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK