Glossario
 
world artist
Maurizio Sacchini


 (Italia)

tel. 0736890550
email: info@mauriziosacchini.it
web: www.mauriziosacchini.it
  Opere
 


L'Isola non Trovata VII
mixed media on  wood,  110x84 cm, 1994

 


FLASH IV
oil on  canvas,  70x50 cm, 1990

 


Flash VII
temper on  wood,  124x70 cm, 1990

 


Fuori Testa
mixed media on  gold,  50x70 cm, 1988

 


Le quattro stagioni
oil on  canvas,  cm 70x100 cm, 1982

 


GM X
mixed media on  canvas,  50x70 cm, 1990

 


GM XVII
mixed media on  canvas,  120x80 cm, 1994

 


GM XIX
mixed media on  wood,  37X46X3 cm, 1994

 


GM XV
etching on  wood,  cm 80x80 cm, 1993

 


L' Isola non Trovata III
oil on  board,  cm 150x80 cm, 1992

 


L' Isola non Trovata IV
oil on  canvas,  cm 70 x 50 cm, 1992

 


Flash I
temper on  wood,  200x122 cm, 1987

 


L' Isola non trovata IX
mixed media on  canvas,  70x50 cm, 1994

 


Identità 1 2 3 4 5 6
oil on  canvas,  25x30 cm, 1987

 


Metamorfosi
oil on  canvas,  120x80 cm, 1990

 

 

Biography:

MAURIZIO SACCHINI
è nato ad Ancarano (TE),
ha frequentato l’Istituto Statale d’Arte di Ascoli Piceno, partecipa a collettive ad Ascoli Piceno, San Benedetto del Tronto (AP) Teramo,
fino ad arrivare alla prima personale: “365 Giorni” nel 1988.

Curriculum vitae:


1988- Teramo Partecipazione alla “Mostra di Artigianato “Abruzzese“
presso il Centro Congressi.

1989- Pagliare del Tronto(AP) Personale Scuola Elementare.
Tortoreto Lido (TE) Personale Azienda di Soggiorno.
Giulianova Lido (TE) Personale Ass.Naz.Marinaid’Italia.

1990- Ancarano (TE) Personale studio “Art & Design”.
Milano Partecipazione “ Premio Arte” rivista Arte Mondatori.

1991- Pagliare del Tronto(AP)
Personale Circolo degli Anziani.
S. Omero (TE)
Personale “1^ edizione Mostra mercato dell’Artigianato”.

1992- Bologna Personale Galleria “Vicolo Quartirolo” Arte Spazio Dieci.
Osimo (AN) Partecipazione “Premio Italia” Budapest, Stoccolma,
New York – Rivista “Art Leader”.
S. Paolo di Jesi (AN) 1^ “Biennale d’Arte Contemporanea
Giallo Oltremare”.
Carpi (MO) Personale Art Box – 5^ Mostra Mercato d’Arte Moderna.
New York (U.S.A) Vincitore del Premio Italia 1992.
Firenze E.I.A.C.
Esposizione Internazionale Artisti Contemporanei.
Collabora alla redazione della rivista di arte,architettura,
informazione, design e cultura: ART LEADER Ed. Massacesi.

1993- San Giovanni in Fiore (CS) Collettiva Galleria De Lucarte.
Ancarano (TE) Personale Art & Design Gallery
Carpi (MO) Personale Art Box – 6^ Mostra Mercato d’Arte Moderna.
L’Aquila Collettiva “First and Word” –Forte Spagnolo
Sopraintendenza per i Beni Ambientali,
Architettonici e Storici per l’Abruzzo.
Milano Collettiva “ Arte a Parte”.

1994- Milano MIART Parco Esposizioni di Novereto (MI)
Bari Expo Arte Fiera Internazionale d’Arte Fiera
Internazionale di Arte Contemporanea
Fiera del Levante di Bari.
Torino ARTISSIMA Fiera d’Arte moderna e contemporanea
Lingotto fiera Torino.
Padova Arte Fiera di Padova Mostra
Mercato d’Arte Contemporanea

95/97- Ancona Collabora alla redazione della rivista di arte,
cultura e finanza “ART and WORDS” Ed. Bingi.

1998- Ancarano(TE) Personale “1988-98 Ten years after”
Art & Design Gallery.

1999- Venturina (LI) ETRURIA ARTE 10^ Mostra mercato
d’arte contemporanea.


CRITICHE

Giovanni Prosperi
Sacchini attende, guarda verso l'alto e non è timidezza ma attenzione: chi ti guarda conta poco, conta chi si aspetta di guardare.

Alvaro Valentini
Sacchini fonda la sua arte su una concezione spaziale atemporale, intesa come immensa riserva di energia cosmica. i dipinti, specie quelli materici, rivelano come d'incanto sensazione di fondo

Lucio Del Gobbo
Le linee e il segno aprono le visioni di Sacchini ad una spazialità sorprendente, introducendole in
dimensioni extratemporali e metafisiche... verso una dimensione di spiritualità... sorretta nelle
opere dall'effetto cromatico e luminescente della materia.

Sergio Di Diodoro
Nei quadri di Sacchini la fantasia deve avere libera espressione Con questa chiave di lettura bisogna accostarsi alle belle tele del pittore,

Tiberio Cianciotta
La policromia di Sacchini, unita ad una sorprendente spazialità, regala contorni prospettici di rara profondità. Sacchini imita solo se stesso.

Anna Fusaro
Il mondo di Sacchini è al caleidoscopio. Il suo reale si sfaccetta, turbina, svaria, non si lascia prendere vivo. Il linguaggio di Sacchini è un linguaggio composito, spesso discontinuo, ma tormentato come un occhio cieco.

B. G. Minerbi
Sacchini è un artista originale che cura molto i dettagli, sempre attento ad ogni stimolo esterno
proveniente sia dal mondo artistico che da quello quotidiano; come un filisofo è in continua
ricerca, scruta nel passato, ricollegandosi al presente e proiettandosi verso il futuro.
Anche se si riallaccia a motivi su cui ha già lavorato, non è mai ripetitivo poichè ogni volta
rinnova i suoi segni e le sue idee.
Di carattere introspettivo raffigura gli stati d'animo ed è capace di una continua ricerca di tipo
mentale che concretizza poi con il segno, alterna lavori pittorici che possono spaziare da compo-
sizioni astratte costituite da elementi geometrici che creano con i loro tratti nitidi e ben definiti
un completo controllo materico che è posto a metà tra la libertà creativa e la sua istintività
naturale.
I suoi quadri hanno un rigore logico esternato con un linguaggio fondato sulla ripetizione di
segni ed elementi geometrici.
Riesce a creare delle opere di una altissima godibilità fondendo elementi dissonanti come
spirali, ritmi dinamici e sinuosi, con figure geometriche ben delineate.
Nelle sue creazioni fantasiose i confini obbligati della tela non esistono, le sue forme coinvolgono
in una tale maniera da riuscire a sbalzare l'osservatore in uno spazio dimensionale irreale basato
sul rapporto, che nelle creazioni di Sacchini è inscindibile, tra sonorità musicali e linguaggio pittorico.

M. Falleroni
Sacchini non cambia rotta: il suo tenere la via è derivato da un'ottima bussola che gli indica i
punti cardinali del colore, della materia, delle forme e delle idee...attiva con estrema cura le
sue opere...sa che il suo fare procede con la quiete appena smarrita.

Donato Conenna
Credo, molto francamente, che Sacchini , "pur giovane essendo ed acconcio"
all'arte, per dirla col Vasari, abbia già dato molto alla vita pittorica.
Sacchini giovane, ma non troppo, si avventura da solo nei meandri più
nascosti dell'informale quello strutturale-geometrico che è ancora più ostico nel linguaggio
dell'astrazione informe.
Si pone di continuo il problema della creatività e della originalità (incubo non solo notturno
di gran parte degli artisti), riuscendo a dare un contributo notevole per le nuove soluzioni
di luce e di prospettiva, semmai invocando quelle "linee di fuga" che non sono consone alla geometria solare, ma che appartengono a quella particolare geometria "per linee interne"
che abbiano dentro e che gli artisti esprimono con i colori e i segni più autonomi.
Sacchini si consente di tornare sovente sui luoghi delle prime figurazioni, naturalmente
alla sua maniera, facendo, cioè, delle citazioni su se stesso, utilizzando quella simbologia
dell'idea madre (che è alla base di ogni immagine, anche informale):
così gli nascono sulle tele i "nuovi fiori", conformazioni infiorescenti, piante marine
di una idea-madre dalla quale dipartono colori e intenzioni, segni ed emozioni.

Noemi Gambini
Maurizio Sacchini, artista teso ad una continua ricerca in cui luce e colore si fondono in un meraviglioso abbraccio di forme.
La protagonista delle sue grafiche è la linea curva che quasi sempre assume la forza di una
Spirale, quasi ad indicare un movimento perpetuo, direbbero alcuni, o a rappresentare l’età contemporanea, direbbero altri, dominata dai media elettronici che trasmettono attraverso sinusoidi.
Sacchini possiede un concetto di spazialità che suscita meraviglia, dato che riesce a proiettare le
proprie figure in una prospettiva quasi metafisica, dove esse assumono il magico valore dei simboli.
Si tratta appunto di triangoli, cerchi e sinusoidi, che s’intrecciano rincorrendosi in un moto che tende all’infinito.

 

Ultimo aggiornamento: lunedì 25 Agosto 2008
Visitatori dal 21/4/2006 : 59307



Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK