Glossario
 
world artist
Antonio Brignoni

Borgo Schizzati, 4
Parma (Italia)

tel. 335.7403364
email: antoniobrignoni@tin.it
web: www.antoniobrignoni.it
  Opere
 


Oikéios 22
acrilic on  canvas,  40 x 40 cm cm, 2001

 


Oikéios 28
acrilic on  canvas,  50 x 70 cm cm, 2001

 


Senza Titolo
acrilic on  canvas,  70 x 70 cm cm, 2002

 


Senza Titolo
acrilic on  canvas,  40 x 40 cm cm, 2002

 


Senza Titolo
acrilic on  canvas,  25 x 30 cm cm, 2000

 

 

Biography:

Antonio Brignoni è nato nel 1970. Laureato in Sociologia presso l'Università Statale di Milano, nelle sue opere si legge l'interpretazione degli aspetti più intimi celati dietro gli artefatti dell'uomo ed il segno che questi lascia nel suo contesto.
E' stato Designer Grafico dal 1989 al 1993 e, successivamente, a fasi alterne, dedicando maggior impegno alla ricerca di nuovi medium espressivi nelle arti visive.
Lasciandosi alle spalle una visione globale e metafisica degli attori collettivi, l'autore ricerca i significati dei simboli propri dell'individuo moderno, multidimensionale, perennemente in cooperazione e conflitto, impossibile da comprendere decontestualizzato dalla comunità culturale di appartenenza.
Immancabile nei lavori di Brignoni l'evidente segno grafico, testimone di un linguaggio fortemente simbolico che, trasmettendo un'immagine ingenua e lirica, diventa alfabeto universale.

Curriculum vitae:

principali esposizioni:

1993 Collettiva Gruppo Artistico Leonardo - Cremona
1994 Personale Galleria Cosy - Piacenza
1995 Installazione Pelzmesse - Francoforte (D)
1995 Personale "Il Percorso degli Uomini" - Cremona
2000 Collettiva "Tra Musica e Arte" - Sabbioneta (MN)
2001 Personale "Oikeios" - Rubiera (RE)
2004 Collettiva "Pop Art Italia 2004 - Omaggio a Rauschenberg" - Ferrara
2004 Collettiva “Melting Summer” - Galleria Sekanina Larson – Ferrara
2004 Personale "Stati d'animo" - L'Altramarea - Parma

Si sono interessati di lui, tra gli altri:

Tiziana Cordani
Vittorio Bettinardi
Dolores Boretti

Opere di Brignoni sono presenti in collezioni private in Grecia, Francia, Germania e Giappone. Nel 2001 è stato segnalato all’Ufficio Italiano di Cultura di Tokyo per le manifestazioni dell’Italian Year.

 

Ultimo aggiornamento: sabato 30 Ottobre 2004
Visitatori dal 3/12/2003 : 36316



Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK