Glossario
 
world artist

Elenco voci

Salon des Indépendants
Salon des Refusés
Scuola di Barbizon
Scuola di Fontainebleau
Scuola di Norwich
Scuola di Parigi
Scuola di Posillipo
Scuola di Resina
Scuola Romana
Sei di Torino
Sezession
Simbolismo
Sintetismo
Spazialismo
Suprematismo
Surrealismo


Glossario

SEI DI TORINO

I Sei di Torino sono un gruppo di artisti formatosi appunto in Torino nel 1928, sotto l'influenza teorica di Edoardo Persico.
A chi rimproverava che questa esperienza non fosse rivolta a termini più estremi, futurismo appunto o cubismo, o a forme astratte, va ricordato che attorno al 1928 - 29 - 30 questi movimenti erano stati scavalcati da altre cose: - Picasso ne era riuscito e faceva altre esperienze;
- Matisse dipingeva i suoi interni e le sue figure;
- Braque era l'unico a continuare una certa forma cubista;
Ma l'aria di Parigi, che era allora veramente Parigi, era già cambiata; e daltronde la posizione dei Sei fu, nell'ordine di tempo e per l'Italia, il primo, in un certo senso, movimento di carattere europeo e internazionale.
Gli artisti di questa corrente si distanziano dalla polica culturale imposta dal regime fascista e dal recupera della tradizione nazionale del Novecento, concentrandosi invecie sulla continuità dell'arte moderna europea nel panorama italiano.
I Sei di Torino traggono ispirazione da Manet e Duly, dai Fauves francesi e dagli impressionisti tedeschi, considerando tuttavia gli esempi italiani della pittura ottocentesca e del Modigliani.
La pittura dei Sei di Torino si esprime con delicati rapporti segnici e cromatici, in schemi compositivi semplificati, improntati dall'espressione di un sentimento antieroico.


Gigi Chessa, Carlo Levi, Jessie Boswell, Nicola Galante, Francesco Menzio ed Enrico Paulucci


keywords
Sei di Torino, artisti di Torino, gruppo artisti Torino





Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK